3 marzo 2010 da admin

11 Commenti

Quando Waking Up è un peso

Quando Waking Up è un peso

Kathryn Lynard Soper

A colpo d'occhio

29 gennaio 2010, West Jordan, Utah

Come la madre di sette figli, l'ultimo con la sindrome di Down, Kathy Soper è noto per l'onestà emotiva della sua scrittura (che comprende saggi personali e un libro di memorie di libro-lunghezza) e la fondazione della segullah, rivista letteraria una SUG delle donne. In questa intervista, Kathy parla apertamente della sua lotta tutta la vita con la depressione e la dinamica unica che esiste nella sua famiglia dove mamma e diversi bambini stanno lavorando insieme per rimanere in buona salute.

Sono nato a Washington DC nel 1971 e vissuto nei sobborghi tutta la mia infanzia. I miei genitori divorziarono quando avevo cinque anni. Mia madre si risposò l'anno successivo a un LDS uomo inattivo e si convertì alla chiesa LDS quando avevo sette anni. Il vescovo ci ha visitato a cercare di contattare il mio patrigno, perché era stato inattivo per un lungo tempo e mia mamma ha cominciato a parlare con lui. Ha finito per farsi battezzare. Come i miei tre fratelli, ho avuto le lezioni missionarie quando avevamo otto anni e ho scelto di essere battezzato. Non mi ricordo davvero molto su di esso, ma sapevo che mia madre era contento e mi sentivo bene su di esso.

Ma c'era un sacco di tensione in famiglia. Ci piacerebbe andare in chiesa, forse il 30 per cento del tempo (io e mio fratello vorremmo andare a visitare la casa di nostro padre durante il fine settimana), così avremmo perdere un sacco di riunioni della chiesa poi, e anche, vorremmo fare un sacco di attività per le famiglie la domenica . E 'stato difficile per la mia mamma perché, come un nuovo membro, colse la visione della "famiglia mormone" ideale, ma è difficile quando non si può fare che questo accada.

Ho cominciato ad abbandonare l'attività chiesa alle medie. E 'stato difficile perché il programma delle Giovani Donne del mio rione era veramente piccola, c'erano solo tre altre ragazze della mia età e non ho potuto riferirsi a nessuna di esse. Mi sentivo come un outsider e andrei al Campo Girls 'e non poteva connettersi con nessuno. Ero completamente inattivo per il momento mi sono laureato di scuola superiore.

Quindi, come hai fatto a finire frequentare la Brigham Young University?

La mia vita è crollato su una serie di fronti durante il mio ultimo anno di liceo, a causa di comportamenti distruttivi e le relazioni che avevo sviluppato. Volevo arrivare il più lontano da casa il più possibile. Mi piacerebbe applicato solo l'Università del Maryland e BYU, perché quelli erano gli unici collegi potevo permettermi. Quando arrivarono le lettere di accettazione, ero più depresso di quanto avessi mai visto, e l'idea di allontanarsi da casa era più attraente che mai, quindi ho mentito mia strada attraverso il mio BYU intervista approvazione ecclesiastica e si presentò come una matricola molto travagliata a Helaman Halls.

Questo tipo di storia infastidisce un sacco di gente, e per buoni motivi. Ma frequentando BYU è stato un punto di svolta fondamentale nella mia vita. A BYU, ho iniziato ad andare in chiesa perché era necessario. Ho iniziato a sentire lo Spirito, che non avevo sentito in tanto tempo, e mi sentivo la sicurezza e rassicurazione. Ho avuto davvero una buona esperienza con il mio vescovo che anno in cui tutto il mio passato travagliato venuto fuoriuscita. Ho incontrato mio marito-to-be, Reed, all'inizio del mio secondo anno. Averlo nella mia vita ha fatto una differenza enorme. Ci siamo sposati nel tempio alla fine del mio terzo anno. Andare al tempio è stato davvero significativo per me, e non mi sentivo pace in un modo che non avevo sentito da quando ero molto piccola. Mi sentivo come se fossi a casa e che era davvero una forte esperienza.

LDS_woman_photo_Soper3

Sono rimasta incinta con Elisabetta, il mio primo figlio, sei mesi dopo Reed ed io eravamo sposati. Avevo 21 anni e non ero una persona "kid" a tutti. Quando ho lavorato come baby sitter come un adolescente, ho odiato i bambini. Non avrei mai pensato che mi piacerebbe bambini. Ma pochi mesi dopo il mio matrimonio, il nostro vicino di casa nel nostro condominio studente BYU ha avuto un bambino, ed era la prima volta che ero stato in giro un neonato. Lo spirito stava appena cominciando a sbocciare in me, e qualcosa di essere intorno a quel nuovo bambino era come una calamita. Non avevo mai visto niente di così bello e volevo un figlio mio. Non avevo mai sentito quel tipo di desiderio prima.

Problemi con la depressione una parte della tua vita in quegli anni di college e di sposi?

Nel mio primo anno di college ero un naufragio totale. Durante il mio impegno, ho pianto ogni singola notte, con grande sconcerto di Reed. Quella fu la prima volta che mi è stato mai seriamente depresso. Ero in terapia e ho iniziato a prendere il farmaco per la prima volta. Vorrei piangere per ore. Non stavo pensando a qualcosa in particolare, era proprio questa tristezza disconnesso e il senso di disperazione e oscurità che sarebbe disceso su di me. Avevo appena piango e piango e mi sentivo come se potessi piangere per sempre e mai essere fatto. E 'stato un terribile, senza speranza, sensazione terribile. E il mio terapeuta raccomandato che prendo antidepressivi per un breve periodo di tempo. Li ho presi per un paio di mesi prima che mi sono sposato, e poi quando sono rimasta incinta di pochi mesi dopo, ho smesso di prendere loro.

Dopo che Elizabeth è nata, lo Spirito era veramente forte. Volevo essere una mamma impressionante per questo piccolo bambino e volevo che le cose siano perfette per lei, a fare tutto bene. Vedendo lotta Elizabeth con le cose normali circa essere vivo era psichicamente molto doloroso per me. E 'molto male. Mi sentivo triste e preoccupato molto sulle cose normali della vita. Io non stavo avendo le crisi di pianto che ho fatto quando ero impegnato, ma ero ancora depresso e non mi riconosco.

Era proprio questa tristezza disconnesso e il senso di disperazione e oscurità che sarebbe disceso su di me. Avevo appena piango e piango e mi sentivo come se potessi piangere per sempre e mai essere fatto. E 'stato un terribile, senza speranza, sensazione terribile.

Allo stesso tempo, ero davvero nel Vangelo. Ho letto per la prima volta il Libro di Mormon per conto mio, quando Elisabetta era un bambino. Ho soggiornato fino a tarda notte e ha lavorato con il mio collegio Libro di Mormon manuale per conto mio. Avevo fame per questo. Mi è piaciuto molto.

Per circa dieci anni, ero "turbo mom" e un mormone zelante. La mia motivazione un po 'come voler essere un diritto-Uno studente. E 'stato molto esternamente orientato e anche se ho sentito lo Spirito molto, era un modo immaturo di affrontare il Vangelo. Ed ero immaturo; Ero nel mio 20s ed era solo la mia fase di sviluppo. Pensavo di essere davvero giusto, ma non mi rendevo conto di quanto lontano il marchio ero, perché mi sono concentrato sul mio comportamento esteriore e non sulle mie relazioni con le persone e con Dio.

C'è stato un evento che ha innescato un cambiamento nel modo in cui avete visto la spiritualità?

Le cose hanno cominciato a cambiare quando sono rimasta incinta del mio sesto bambino. Fu allora che il mio bimbo Matt, il nostro quinto figlio, ha rotto il femore. E 'stata la prima crisi che abbiamo avuto nella nostra famiglia, e mi ha davvero scosso fino ad avere Matt in un cast corpo, e di avere servizi sociali mi intervistando cercando di capire se mio marito o io lo avevano ferito. Era traumatico. Ero estremamente malato con la gravidanza e mi sentivo molto vulnerabile e logori. Poi Sam, il nostro sesto figlio, è nato tre settimane di anticipo e ha dovuto essere in terapia intensiva [neonatale di terapia intensiva]. Condizioni di Sam era molto povera in un primo momento. Una notte, la sua condizione è stato rapidamente deteriorando e ho pensato che stava per morire. Non avevo mai sperimentato prima tale vulnerabilità. Mi sentivo come paraocchi venivano derubati, ero improvvisamente conto che la gente intorno a me stavano soffrendo, e che la mia famiglia non era esente.

LDS_woman_photo_Soper4

Fino a quel punto ho capito che sono successe cose brutte, perché alcune cose davvero difficili è successo a me come un bambino, ma tutto era diverso come una mamma. Mi sentivo disperata, come ho dovuto tenere queste cose cattive accada ai miei figli, e io non voglio che sentano il modo in cui mi ero sentito come un bambino. Non volevo loro di farsi male e vorrei fare qualcosa per cercare di impedirlo. Ma quando c'erano le crisi sanitarie, avevo il controllo a zero. Mi sono reso conto che per quanto riguarda le circostanze vanno, non ero "in mano le redini" a tutti.

Quindi, come hai fatto a far fronte a questa nuova realizzazione?

Ho scritto il mio primo saggio personale, "Porta di Shaulee", quando Sam era di circa sei mesi. La prima versione era orribile, molto sentimentale ed emotivamente manipolatore, ma ho pensato che era fantastico. Ho fatto copie per tutti i miei amici e la famiglia, e volavo alto fino a quando un amico fidato offerto un feedback ancora ferma delicato. Quello era al culmine di un altro episodio depressivo. Nel corso del tempo ho rivisto il saggio e lo ha presentato al concorso di scrittura di Exponent II, e avuto l'onore di essere nominato co-vincitore.

Ho capito che non potevo essere un buon genitore o una buona moglie o una buona sorella nel Vangelo se non ho avuto quel centro dentro di me, che l'identità di base e consapevolezza di sé. Stavo scoprendo che la scrittura era una chiave a questo.

Poco dopo Kylie Turley, un caro amico dai miei giorni sposate-at-BYU, ha iniziato a parlare di fondare la nostra rivista letteraria. L'idea sembrava folle all'inizio, ma non sarebbe lasciar andare me. Dopo la nascita di Sam mi ha colpito questa crisi di identità quando ho capito che non avevo idea di chi ero, che cosa ho veramente creduto o ciò che sapevo di vita. Stavo cercando di orchestrare una vita di famiglia invece di vivere da dentro di me e relative a persone come una persona autentica, permettendo la vita per insegnare e mi trasformare. Ho capito che non potevo essere un buon genitore o una buona moglie o una buona sorella nel Vangelo se non ho avuto quel centro dentro di me, che l'identità di base e consapevolezza di sé. Stavo scoprendo che la scrittura era una chiave a questo. Segullah stato creato come un forum dove altre donne SUG potrebbero avere delle esperienze simili.

Così la scrittura porta consapevolezza di sé?

Può. Quando condividiamo scritti con altre persone, diventiamo più consapevoli gli uni degli altri e di noi stessi. Quella realizzazione fu una svolta enorme per me. Prima di allora, il mio senso di sé era tutto avvolto in che tipo di madre ero e quanto successo sono stato a fare accadere le cose per i miei figli. Sembra nobile, ma se una madre è guidato da insicurezza lei sventare i propri migliori sforzi. Dopo che Sam è nato che attenzione si è spostata a sviluppare una solida identità che ho potuto raggiungere gli altri da, e la creazione di una comunità di donne LDS che hanno cercato simile scoperta di sé attraverso la scrittura. Questo spostamento di attenzione è stato davvero importante. Avevo cercato per un decennio di farmi adattarsi il presunto ideale di una madre LDS, ed ero molto ansiosi e timorosi maggior parte del tempo. Quella paura fuoriuscito nel mio genitori e il mio matrimonio e le mie relazioni con altre persone.

Come ha fatto l'arrivo di Thomas, il suo figlio più giovane, cambiate le cose nella vostra famiglia?

Avevo cercato di rimanere incinta per circa un anno e mezzo. Quella fu la prima volta non è venuto facilmente, e mi ha davvero scosso. Quando sono rimasta incinta con Thomas, è stato un grande motivo di festa per Reed e me. Il nostro matrimonio era stato abbastanza stabile per tutto il tempo, ma per molti anni c'è stata molta tensione nel nostro rapporto. Sono stato in questo modo in cui stavo cercando molto duro (molto difficile!) Per convincerlo a giocare il suo ruolo di marito e padre in un certo modo, e che ha causato un sacco di risentimento tra noi due. Dopo la mia crisi di identità e conseguente spostamento di attenzione, ho cominciato a lasciar andare le mie vie "controllo-freak", e Reed e ho avuto una rinascita sorprendente nel nostro rapporto. Questo bambino che cresce è diventato un simbolo del nostro amore e impegno riscoperto. Ero solo felice.

LDS_woman_photo_Soper2

Tuttavia, fin dall'inizio è stata una gravidanza molto dura, molto più di quanto i miei altri. Sentivo che il mio corpo era sfinito da cuscinetto e la cura per tanti bambini, e sapevo che stavo per avere un tempo difficile portando a termine la gravidanza. Anche così, sono rimasta scioccata e spaventata quando sono andato in travaglio a 28 settimane, quasi tre mesi di anticipo. Fortunatamente farmaco fermato le contrazioni, e io ero sul letto di riposo in ospedale per due settimane prima della mia acqua ha rotto e Thomas è nato. Grazie alla sua prematurità c'era un'alta possibilità di una grave difficoltà respiratoria, quindi siamo stati molto contenti quando i suoi punteggi Apgar erano buone. Poi il dottore è entrato e ci ha detto che pensava Tommaso aveva la sindrome di Down. Mi sentivo completamente terrorizzato e preoccupato che non sarei in grado di amarlo a causa della sua disabilità. Con il tempo Thomas è stato dimesso dall'ospedale sei settimane dopo, ero nel bel mezzo di un episodio depressivo in piena regola, e tutto spirale verso il basso da lì.

Avevi stato trattato per la depressione negli anni tra la nascita di Elisabetta e la nascita di Thomas?

No. Guardando indietro adesso, vedo chiaramente che ero depresso tutti questi anni, ma non mi riconosco in quel momento. Depressione lieve-moderata si sentiva normale per me; non è stato fino a quando ho ripreso il farmaco che ho visto la mia condizione per quello che era.

Per me, durante un episodio depressivo, il risveglio è un peso. La respirazione è doloroso. E 'uno stress costante solo di essere vivo. Per avere tale onere rimosso, lasciando dietro di sé solo i normali alti e bassi emotivi ... non riesco nemmeno a descrivere la differenza. Credo che il farmaco ha salvato la vita, letteralmente.

Che cosa hai trovato che ti aiuta di più?

Ho visto un ottimo terapeuta regolarmente per la prima volta dai tempi del college e sta facendo una differenza enorme. Ma non ho potuto fare il lavoro che sto facendo ora con lei, che richiede una buona dose di chiarezza emotiva e calma, se non stavo prendendo la mia medicina. Prima del trattamento ho pensato, "Voglio risolvere i miei problemi, non li maschera con la droga." Ancora trattamento è la cosa che mi sta permettendo di risolvere questi problemi. I diversi approcci al lavoro trattamento per le diverse persone-farmaco non è l'unica opzione. Ma una combinazione di farmaci e la terapia ha dimostrato di essere più efficace, e questo è ciò che funziona per me, insieme a misure come la terapia della luce, la meditazione, e regolare, esercizio rigoroso.

Immagino che fosse un processo difficile per voi di realizzare, "questo è qualcosa che sta per essere con me per il resto della mia vita."

Per il resto di questa vita, almeno. Ero così orgoglioso quando ho smesso di prendere il Prozac che quando sono rimasta incinta con Elizabeth e mi sentivo come se avessi potuto funzionare normalmente. Non volevo essere dipendente da farmaci. E 'una sensazione terribile sapere che per essere una persona funzionante è necessario assumere farmaci, e nel mio caso, non è una misura temporanea. Ma mi sono rassegnato a questa realtà. Ho usato a pensare che fissa me è stata la forte cosa da fare, e che l'assunzione di farmaci era un poliziotto-out. Ora capisco che il modo di essere forte è quello di ottenere il trattamento, e il modo di essere responsabili è quello di ottenere una migliore.

Come è la vostra esperienza con la depressione aiutato a riconoscere gli stessi segnali di pericolo nei tuoi figli?

Una volta mi sentivo più sano e stabile, e mi piacerebbe ottenuto su mia resistenza ad avere la depressione, sono stato in grado di riconoscere il comportamento preoccupante in uno dei miei figli, e poi in una delle mie figlie, e recentemente in un altro figlio. Il più grande sintomo per loro era profondo e costante tristezza che non era attaccato a nulla, un carico di malinconia paralizzante e la paura e l'ansia che non calcola. E 'normale essere tristi quando le cose tristi accadono. Ma non è normale per un bambino di sei anni a piangere perché è preoccupato per la sorte della sua anima, o per un periodo di nove anni a desiderare (ad alta voce, e ripetutamente) che poteva smettere di vivere. Avrebbe verbalizzare come si sentiva isolato dalla gente e quanto lei si disprezzava, e voleva smettere di esistere. Behavior-saggio, uno dei più grandi spunti (per i miei figli adolescenti, in particolare), è quando non riesce a dormire perché sono così agitati dalla tristezza e dalla paura.

Ho usato a pensare che fissa me è stata la forte cosa da fare, e che l'assunzione di farmaci era un poliziotto-out. Ora capisco che il modo di essere forte è quello di ottenere il trattamento, e il modo di essere responsabili è quello di ottenere una migliore.

Non vergognarsi di depressione e non il trasferimento di un senso di vergogna per i miei figli è stato un grande aiuto. Sono contento di poter dire loro: "So come ci si sente," e penso che siano contenti anche per questo. Ma c'è un rovescio della medaglia. Alcune persone hanno detto: "Oh, è così grande che sei depresso ei vostri bambini hanno la depressione in modo da poter capire l'altro", e per molti versi questo è vero. Eppure, allo stesso tempo rende la vita molto più difficile per tutti i soggetti coinvolti, perché i bisogni di un bambino depresso aumentare notevolmente ma la capacità di una madre depressa per aiutare diminuisce drasticamente. Questo è un pessimo adattamento situazionale. Se sto lottando, sono molto meno in grado di aiutare i miei figli che stanno lottando e che è una terribile, terribile sensazione.

Come sono le vostre esperienze con la depressione cambiato la vostra testimonianza e il vostro rapporto con il Vangelo?

Tanto è cambiato. Ho lasciato andare molte credenze estranee, idee e paradigmi della cultura LDS che si adattano più la mia esperienza. Ma allo stesso tempo, gli elementi centrali della mia testimonianza non sono cambiate, anzi, sono diventati più saldamente radicata. Forse il cambiamento più pronunciato posso individuare è che io non ho paura come ho usato per essere. Le cose più dolorose della mia vita, i miei errori e peccati, crisi e rotture, e ferite ricevute per mano di altri, hanno dimostrato di essere i miei veicoli più grandi per la libertà e la crescita e l'amore, e quindi per la felicità. Quindi io non credo l'idea che la persona di maggior successo, la persona più giusta, è quello che rimane il più unscarred della mortalità. Io credo che noi diventiamo chi siamo destinati ad essere, consentendo la vita a trasformare noi.

A colpo d'occhio

Kathryn Lynard Soper


LDS_woman_photo_Soper
Località: West Jordan, UT

Età: 38

Bambini: sette bambini di età compresa 16-4

Professione: scrittore, editore e fondatore del Gruppo segullah

Scuole frequentate: Brigham Young University, BA in inglese

Calling Chiesa attuale: insegnante di Dottrina evangelica

Sul Web: www.KathrynLynardSoper.com

Intervista di Sela Miner. Foto di Maralise Petersen e Brittney Oler.

Condividi questo articolo:

11 Commenti

  1. Myrna Castellar
    07:39 il 3 marzo 2010

    Grazie Kathryn per la condivisione con tanta onestà. Amo la tua forza; Amo le vostre realizzazioni nella vostra vita e l'influenza della speranza tue parole portano a me come leggere. Si riportano alla mente la begginning della mia conversione, quando lo Spirito del Signore fammi sapere il Signore è il creatore di tutte le cose e sono qui per il nostro uso, per aiutarci, perché non importa quanto stong potremmo pensare che siamo è più facile quando sentiamo che non siamo soli. Non è che i Signori promessa? Egli non ci lascerà soli; Egli non ci lascerà senza conforto. Grazie ancora e spero che la tua storia ispirerà altri a chiedere aiuto per cercare modi per combattere questo grande gigante che è deppression (lì) anche la chiesa ha grandi resorces. Imploro mia sorella a cercare e troveranno proprio come te e molti altri hanno. Grazie mia cara sorella dal fondo del mio calore.

  2. Jennie w.
    08:40 il 3 marzo 2010

    Kathy, si sono incredibili e un'ispirazione!

  3. crazywomancreek
    22:10 il 3 marzo 2010

    Che rockstar. Che un santo. Ho davvero, piace molto questa signora.

  4. Michelle L.
    09:19 il 4 Marzo 2010

    veramente una donna straordinaria e un colloquio ispirato.

    grazie.

  5. Blu
    09:13 il 10 marzo 2010

    troppi pensieri per postare qui ... dovrò posta elettronica. grazie Katherine! grazie.

  6. Blu
    09:13 il 10 marzo 2010

    oops. fanno si che Kathryn. so sorry!

  7. Tatiana
    09:50 il 11 maggio 2010

    Quello che un meraviglioso viaggio, e una storia incredibile. Amo il pensiero conclusivo, che colui che è più giusto e di successo non è quello che è rimasto più unscarred dalla mortalità.

    L'altro fantastico messaggio asporto è che toughing senza meds non è lodevole e coraggioso, invece è essere ignorante e irresponsabile. La cosa adulto responsabile da fare è ottenere il trattamento in modo che possiamo essere bene e tutta per la nostra famiglia e la cerchia dei propri cari, in modo da portare la pace e la guarigione in quel cerchio, invece di ferire continuamente con la nostra brokenness e angoscia eterna.

    Sto parlando come un sopravvissuto della mia ex auto. E 'molto difficile in quello stato di pensare con chiarezza, quindi ci vuole decenni di ciclismo dentro e fuori di depressione per imparare queste cose. Nel frattempo le nostre famiglie soffrono e la nostra cerchia di amici, sebbene sia sempre così forte e santo, è messa a dura tassati. Il mio augurio sincero è quello di abbreviare tale curva di apprendimento per gli altri, così essi ei loro bambini, in particolare, può venire attraverso alla luce prima, e con meno danno residuo.

    E 'davvero si sente come uscire da una profonda oscurità nella luce della vita. Deploro tutti gli anni che ho languiva nelle tenebre, quando avrei potuto vissuto. Sono così felice per il coraggio e la forza di Kathryn e altri come lei, che condividono le loro conoscenze sudata per aiutare gli altri, e voglio emularli.

  8. kittywaymo
    22:22 il 22 Agosto 2010

    Grazie. Tu sei una bella donna e le sue parole e onestà sono una fonte di ispirazione e conforto agli altri.

  9. Caitlin
    08:01 il 19 maggio 2011

    Il mio viaggio ha rispecchiato il proprio certi versi misteriosi! Grazie per essere abbastanza coraggioso per essere così onesto. Non ci può essere una tale forza e guarigione quando lasciamo gli altri nelle nostre sofferenze ed esperienze personali. Mi è piaciuto molto questa intervista!

  10. Depresso Bloggers Anonimo | Beauty and the Bypass
    07:22 il 26 gennaio 2012

    [...] 1000 + post di blog nel corso degli ultimi 3 mesi, ho trovato un tema comune: la depressione. Ho letto messaggi su Mormon Donne progetto, Blog segullah, Mormon mamma Blogs, FMH, sorriso malinconico, e altri siti che amo. Mi sentivo come [...]

  11. Malattia mentale e mormoni Madri | magnolia.
    23:48 on 27 Nov 2013

Lascia un Commento

SEO Powered by Platinum SEO da Techblissonline