27 luglio 2010 da admin

9 Commenti

Nulla di meno di un miracolo

Nulla di meno di un miracolo

Gina Traynor

A colpo d'occhio

Dublino, Irlanda, luglio 2010

Gina parla apertamente della sua lotta con la sterilità. Un avvocato di formazione e un convertito alla Chiesa, Gina ha superato la paura di medici e ospedali per completare i trattamenti IVF, con la conseguente nascita di sua figlia Ella. Gina rivela una profonda gratitudine per il marito di sostegno, pur non essendo un membro della Chiesa se ​​stesso, e la loro figlia preziosa.

Io sono il quinto di sette figli, e sono cresciuto in un piccolo villaggio sul mare nel nord della contea di Dublino, in Irlanda. Mia madre ci ha sollevato di essere una famiglia unita. Lei non ha funzionato, così lei era lì per il sette di noi per tutto il tempo dal momento in cui ci siamo svegliati fino a quando siamo andati a letto. Ha sempre cercato di mantenere le cose bello e tranquillo e ci rendono felici, e penso che ci trasse insieme. Sono sempre stato contenuto a casa, ei miei fratelli ed io hanno tutti un forte senso della famiglia. Infatti, quando stavo indagando la Chiesa, la cosa che mi ha attratto di più e che ancora fa oggi era tutta orientata verso le famiglie. Mi è piaciuto molto non solo l'aspetto eterno di esso, ma l'enfasi che è la cosa più importante, e non solo con la tua famiglia immediato ma il vostro estesa e la tua famiglia rione.

Puoi condividere di più sulla tua conversione?

E 'iniziato con due missionari mormoni chiamano alla porta, che erano molto bravi ragazzi. Quando mi hanno dato la loro spiel introduttivo, ho detto loro che era terribilmente affascinante, ma che non ero minimamente interessato. Tuttavia, ho davvero pensato che il mio compagno (e migliore amico) sarebbe curioso, così ho invitato i missionari di tornare e parlare con lei. Sono tornati nella notte Domenica, e dopo che hanno mantenuto la chiamata e, mentre era molto bello, io davvero non mi sentivo che era per me. Mi è piaciuto lo spirito che hanno portato alla casa. Non mi riconosco come tale, ma sapevo che mi piaceva. Poi sono diventato il "ricercatore eterna" e ha trascorso due anni tormentare e mettere in discussione i missionari poveri che avrebbero preso le mie domande via al presidente di missione e poi arrivare il giorno successivo con le risposte. Mi ci sono voluti quei due anni per unirsi alla Chiesa, ma sono davvero contento che lo ha fatto perché avevo chiesto a ogni domanda, guardava ogni angolo e mi è stato pienamente impegnata ad esso. Non era solo un impulso del momento di "Mi sento lo Spirito, devo partecipare." Con il tempo mi sono iscritto, ero veramente bene con esso. Vivevo il modo in cui sarebbe richiesto di me, quindi era solo una progressione naturale e il momento giusto.
LDS_woman_photo_Traynor4
Che cosa ti ha aiutato a fare il salto da "investigatore eterna" per membro battezzato dopo due anni?

So che c'è una percezione che le persone si uniscono alla Chiesa perché c'è manca nella loro vita qualcosa. Ma mancava nella mia vita niente. Io ero perfettamente soddisfatto. Stavo facendo tutto quello che volevo fare, ero contento di come la mia vita stava andando, e non c'erano spazi vuoti o buchi. Chiesa era qualcosa di completamente diverso e mi ricordo di aver pensato di unire la Chiesa come la decisione più illogico che abbia mai fatto, perché era così fuori dal personaggio. Tutto il resto era così prevedibile - ho fatto un diploma in legge, poi mi sono laureato, poi ho lavorato in uno studio legale. Era tutto il genere di programmato, mentre la mia conversione alla Chiesa è stato così a destra del centro. La risposta da parte di persone che mi conoscevano quasi, "Ha fatto cosa?" Eppure è stata la migliore decisione che io abbia mai fatto in vita mia. Ho sentito fortemente che fosse giusto per me, ma non ho potuto logicamente capire perché. Ci sono voluti due anni per diventare così forte di un sentimento e, alla fine, ho appena non poteva ignorare e ho dovuto andare con lui. Era così semplice.

Quando hai incontrato tu marito, Peppe?

Eravamo nella stessa classe al college. Ho iniziato il mio corso in ottobre e poi mi unii alla Chiesa nel mese di dicembre. Tutto in un anno sono andato a scuola a tempo pieno, acceso a lavorare di notte in studio legale dove ho lavorato, incontrato Peppe, e ha cambiato la mia religione! Penso che tutti intorno a me era sotto shock!

C'è mai stata una domanda che perché Peppe non era un membro della Chiesa che non avresti sposato?

Non ho mai avuto un fidanzato dalla Chiesa: nessuno dalla Chiesa mi ha chiesto di uscire e non c'era molta possibilità di incontrare nessuno, quindi la mia migliore occasione di un rapporto serio era con gli uomini al di fuori della Chiesa. Peppe e io siamo stati amici per anni, prima abbiamo iniziato datazione, così mi è stato molto utilizzato per lui e le sue vie. Una volta Peppe e ho cominciato a frequentarsi, sapevamo abbastanza rapidamente che era serio e allora abbiamo capito abbastanza presto che volevamo sposarci.
Ero preoccupato perché sapevo che non potevo avere un matrimonio tempio con quella scelta, e ho avuto dubbi e ho detto molte preghiere su di esso perché non era l'ideale. Ma era la mia realtà e ho sentito che lui era l'uomo giusto per me. Non c'era nessun altro che volevo sposare. Non ho alcun rimpianto su di lui la scelta di un partner, anche se lui non è un membro della Chiesa. Per me non è stato sufficiente che qualcuno era un detentore del sacerdozio; dovevano essere giusto per me. Certo che mi piacerebbe assolutamente d'amore per lui essere un membro della Chiesa, sarebbe una bugia dire il contrario! Ma io non ho incontrato nessuno all'interno o all'esterno della Chiesa, che era bello come lui.

Per me non è stato sufficiente che qualcuno era un detentore del sacerdozio; dovevano essere giusto per me. Certo che mi piacerebbe assolutamente d'amore per lui essere un membro della Chiesa, sarebbe una bugia dire il contrario! Ma io non ho incontrato nessuno all'interno o all'esterno della Chiesa, che era bello come lui.

Come avete bilanciato vivere il Vangelo nel vostro matrimonio, e sostenersi a vicenda nelle vostre credenze diverse?

Onestamente, penso che mi supporta più di sicuro. Mi ha sempre sostenuto nei miei incarichi. Mentre lui piace bere il caffè e il vino, moralmente abbiamo convinzioni molto simili e che era più importante per me. Ritengo che lui sia una persona molto cristiano e una delle sue più belle qualità è che lui è molto premuroso e la cura per le persone meno fortunate di lui.

LDS_woman_photo_Traynor2

Lui è molto spirituale, così, e possiamo pregare insieme e condividere un sacco di aspetti del Vangelo insieme. Abbiamo la serata familiare e lui è perfettamente felice di partecipare, e gli piace, ma ci sono certe cose che non ha alcuna testimonianza di alcun tipo e non mi aspetto che lui.

Quando hai capito che si potrebbe lottare per avere figli?

Non abbiamo intenzione di avere figli subito dopo il matrimonio, perché volevamo avere un paio di anni insieme da soli. Quando abbiamo iniziato a provare per i bambini e non è successo subito, sono andato dal medico per avere i miei livelli ormonali controllati insieme con i miei livelli di ferro perché sono vegetariana. Per me, era solo un progetto che doveva essere gestita correttamente, in modo rapido, semplice e che è stato. Non mi aspettavo che ci sia alcun problema reale.

Peppe ha ottenuto testato troppo, e ho pensato che questo era un box da spuntare nel processo. Ma quando è andato al suo medico per ricevere i suoi risultati, il dottore gli disse che aveva azoospermia. Mi prese in braccio dopo il lavoro e come stavamo guidando a casa e lui ha detto: "Ora, si sta andando ad ottenere un po 'uno shock, ma qui il medico ha detto che ho un conteggio di spermatozoi pari a zero" e ho appena iniziato a ridere. Ho pensato che stesse scherzando.

Ho trascorso quel fine settimana a piangere e lui era preoccupato pure, e abbiamo appena aggrappai a vicenda. In mezzo, che però era la sensazione che non abbiamo sposarsi solo per avere figli; avevamo sposati perché ci amavamo e volevamo stare insieme e avevamo ancora che e vorremmo affrontare qualunque cosa questo si è rivelato essere. A quel punto ci siamo confrontati con la possibilità molto concreta che non avremmo mai avere figli. Non sapevamo qualcuno per il quale la FIV aveva lavorato quindi non era nemmeno un'opzione nella nostra mente. Abbiamo avuto un weekend di shock e cercando di fare in questo tipo di "sentenza".

Cosa è successo dopo?

Peppe aveva un appuntamento con il medico abbastanza rapidamente dopo che e ci hanno detto che era perfettamente sano e questo era ovviamente solo qualche blocco. I suoi livelli ormonali erano soddisfacenti; stava creando lo sperma, ma non era solo ottenere attraverso. Il medico ha suggerito di provare ICSI, che è la fase successiva dopo la fecondazione in vitro. Abbiamo guardato, ma non ero appassionato di processo perché ero incredibilmente nervosa di medici e nulla medica, quindi non mi sembrava una vera opzione per me. Penso che in quella fase ho appena sentito che non avevamo intenzione di avere figli o che forse avremmo adottato.

Avevamo quasi un anno di test per Peppe per assicurarsi che stesse bene. Poi, in Irlanda si deve partecipare a una riunione presso la clinica prima si può anche essere messo in lista per incontrare un consulente per la possibilità di un trattamento di fecondazione in vitro. Tengono solo queste notti aperte due volte l'anno e avevamo perso il primo, quindi non c'era altro spazio prima che arrivassimo alla riunione. Ho pianto attraverso il tutto come descritto il processo e ciò comporterebbe una camera piena di coppie povere esattamente nella stessa posizione come noi. Quando abbiamo lasciato quella sera non sapevo come stavo per farlo. Ero così nervoso per tutto il tempo che stavamo per trascorrere con i medici e negli ospedali, la gestione di farmaci e facendo le procedure. Ma se fossimo stati in questa situazione anche dieci anni prima, ci sarebbe stato detto di mettere i nostri nomi sulla lista adozione come la fecondazione in vitro non sarebbe stata un'opzione (ICSI come un processo unico veramente sviluppata in Irlanda a metà degli anni 1990) . Così ho sentito la responsabilità di fare uso della tecnologia e della conoscenza che era stato sviluppato in quel momento per il nostro bene.

Come hai fatto a sostenere a vicenda attraverso questo tempo, e quale è stato l'impatto di questo trattamento sul vostro matrimonio?

Una volta avevamo scoperto che era un problema di fertilità maschile, i medici hanno dovuto eseguire un'operazione dove l'hanno posto in anestesia generale e quindi estratti di spermatozoi in modo che potessimo congelare. Era davvero molto rilassato su di esso. Penso che un sacco di uomini avrebbe grande difficoltà con questo e si potrebbe sentire che questo in qualche modo incide sulla loro virilità, ma Peppe appena sentito che lui era sano e in forma e la fortuna di essere in grado di provare il trattamento. Era veramente positiva. Non ho avuto di essere sensibili intorno a lui sulla questione e ci sarebbe effettivamente ridere o scherzare su di esso. Penso che la realtà era che questo è stato o sta per noi sconvolgere davvero, o che stava per avvicinarci insieme, e penso che ci ha avvicinati.

LDS_woman_photo_Traynor3

Una delle sfide di infertilità di coppia è che per il momento a rimanere incinta avete vissuto un sacco, così voi siete già stanchi prima ancora di avere un bambino. Ero impegnato a l'idea che questo era l'uomo che avevo sposato e io ero contento lo avevo sposato indipendentemente dal fatto che non abbiamo potuto avere figli. Penso Peppe lo sapeva e lo ha aiutato a rilassarsi.

Qual è stata la parte successiva del processo per voi?

Ho dovuto iniziare a prendere vari farmaci per stimolare le mie ovaie a produrre quante più uova possibili. Poi i medici raccolgono le uova e cercano di concimare loro e, quando sono fecondate, i medici metterli di nuovo nel corpo della madre. E 'stato un caso di bilanciare le droghe e avere i miei livelli ormonali controllati ogni paio di giorni e poi regolando il dosaggio per assicurarsi che mi sentivo comodo mentre i medici stavano ancora ricevendo le uova che avevano bisogno. I farmaci hanno funzionato bene per me, e io le uova prodotte 20-qualcosa, che era un po 'ridicolo - mi sentivo come una gallina batteria! Ero molto, molto fortunato che avevo prodotto tanti perché un numero alto ti dà una maggiore possibilità di fecondazione.

L'unico problema era che ho avuto iper-stimolazione dopo che hanno preso le uova, e questo significava che quando sono andato a trasferire le uova fecondate indietro, ero già malato e in terribile disagio. Ho finito in ospedale dalla malattia, e ho perso quelle uova fecondate nel processo. Inizialmente avevo detto che avrei solo fare la procedura una volta, e se non ha funzionato, non ci vorrei provare di nuovo. Ma perché ero stato male, ci siamo sentiti dovrebbe passare attraverso il processo di nuovo quando ero in buona salute. Sul nostro secondo tentativo (un ciclo che coinvolge zigoti congelati), sono rimasta incinta.

Quali sono state le tue emozioni durante questo tempo?

E 'stata una combinazione di eccitazione e ansia perché siamo passati attraverso così tanto per arrivare a questo stadio della gravidanza. Si tratta di un ottovolante incredibilmente emotivo, ma naturalmente siamo rimasti assolutamente soddisfatti e abbiamo appena sentito veramente beata perché non sapevamo nessuno per il quale questa aveva lavorato.

Ero impegnato a l'idea che questo era l'uomo che avevo sposato e io ero contento lo avevo sposato indipendentemente dal fatto che non abbiamo potuto avere figli.

La mia gravidanza era difficile, ma che non aveva niente a che fare con la fecondazione in vitro. Mi è capitato di contrarre sinusite quando ero incinta di tre mesi e ho avuto per il resto della gravidanza. Penso che il mio corpo era un po 'sotto shock, dopo tutto quello che aveva passato per arrivare a quella fase - i farmaci pre-gravidanza, la fecondazione in vitro, l'intera stress mentale di un anno di anticipo.

Essendo da una grande famiglia, ci si sente strano per me avere un solo figlio, ma sappiamo che siamo davvero fortunati ad avere quello che noi abbiamo e abbiamo entrambi sento molto fortunato ad avere Ella in particolare. Abbiamo sicuramente sentiamo che è nostra e che ci è stata data per un motivo.

Come ha fatto il Vangelo vi aiuterà attraverso il processo di fecondazione in vitro?

Sentivo che c'era qualcosa di più grande di me, che io sono solo una piccola parte del piano più grande, e che se ero destinato ad avere figli, lo farei. Non mi sentivo lo stesso livello di disperazione che forse qualcuno che non ha il Vangelo nella loro vita potrebbe sentire. Certo, è un momento disperato per tutte le coppie, e credo che per le donne in particolare. Per avere la possibilità di avere bambini portati via da loro è molto disperata. Ma con il Vangelo ho assolutamente sentito una forza. Ho iniziato così terrorizzata nulla a che fare con i medici e gli ospedali e le procedure mediche, e mi sento assolutamente che ho avuto il coraggio di passare attraverso tutto questo dalla preghiera - mia e quelle degli altri - perché io non conosco nessuno che era così paura come ero! Io sicuramente ricevuto forza interiore dalla mia fede. Sentivo che sarebbe bene, qualunque sia il risultato. Non ho mai sentito assolutamente sicuro che stavamo andando a finire con un bambino, ma sapevo che stavamo per uscire dalla situazione intatto. Non ho provato a giudicare l'esito; Ho solo cercato di prendere le decisioni migliori che potevo nelle circostanze.

Non ho mai sentito assolutamente sicuro che stavamo andando a finire con un bambino, ma sapevo che stavamo per uscire dalla situazione intatto. Non ho provato a giudicare l'esito; Ho solo cercato di prendere le decisioni migliori che potevo nelle circostanze.

Mia sorella, che non è un membro della nostra fede, mi ha chiesto se mi sentivo che ero stata punita per qualcosa, e non ho mai sentito che. Non vorrei che a nessuno di dover passare attraverso quello che abbiamo fatto, ma non mi sentivo che era qualcosa di diverso da una prova avevo bisogno di sperimentare. Mi sento fiducioso che era per una ragione, e dopo aver attraversato, io sono contento di averlo fatto. Ho pensato che era molto difficile, ma non mi sentivo arrabbiata su di esso.

Qual è il tuo consiglio per le altre donne in simili circostanze?

Cercando il processo di fecondazione in vitro, anche se ero così nervoso a questo proposito, ho sentito che ho mostrato il Padre celeste che avevo fatto del mio meglio e tutto ciò che ho sentito che potevo fare, sapendo che Egli mi potrebbe aiutare, come la Sua volontà permesso. Penso che alcune donne possono provare IVF solo una volta e alcune donne possono fare dieci cicli e magari ottenere incinta al decimo. Dipende dalla donna, ed è una cosa molto personale per quanti tentativi si può mentalmente e personalmente affrontare. Io non credo che nessuno dovrebbe sentirsi costretto a fare qualcosa che non è giusto per loro.

Durante tutto il processo Credo che le donne dovrebbero cercare di fare il tempo per se stessi. Non credo che ho fatto abbastanza tempo per me la prima volta. Stavo ancora cercando di portare avanti una intensa carriera e passare attraverso il processo, e non ho rallentare a sufficienza. Hai bisogno di fare qualcosa che ti fa sentire sicuro che si può fare il lavoro situazione per voi in modo da poter sopportare. Fate quello è che ti senti bisogno, così non hai rimpianti.

Credo che le donne si spingono così tanto; essi sentono di dover essere madri, donne in carriera, mogli, figlie, sorelle, e cercano di destreggiarsi tra tanti ruoli diversi nella loro vita. Pur alle prese con l'infertilità, le donne solo bisogno di mettere se stessi e la propria salute fisica e mentale prima.

Come è cresciuta la vostra fede in quanto avendo Ella?

Oh, è cresciuto immensamente. Lei è una benedizione, lei è davvero, e io so di là di ogni dubbio che lei è stato inviato appositamente per aiutarci, per questo piccolo bambino mi ha insegnato tanto. E 'stata grande a portare Peppe e me più vicino insieme come una famiglia. Non avrei mai detto una coppia non è una famiglia completa senza un figlio, ma sento che lei ci aiuta a essere una famiglia migliore e penso che siamo meglio come una coppia per averla.

Lei è la miglior piccolo missionario. Ha fatto Peppe molto più tollerante e in sintonia con la Chiesa. Prima abbiamo avuto Ella, non vi era alcuna reale necessità per lui essere in chiesa con me la domenica, ma ogni Domenica per diciotto mesi ha frequentato scuola materna con lei perché si rifiutava di restare lì da solo. Se non avesse fatto, allora non avrei potuto servito in Primaria. Questo è un grande indicatore di ciò che un supporto che è per me. Quando si trasferisce fino alla Primaria, tutti lo stava prendendo in giro che era stato liberato! Egli viene alla riunione sacramentale con noi, e poi va a casa e andiamo a nostre classi. Poco fa lei gli chiese perché non è andato alla classe Daddies, e così la settimana successiva Peppe è andato alla prima classe sacerdozio che avesse mai visto! Egli è pienamente favorevole di aumentare Ella nel Vangelo.

Come ha diventando una madre ora è cambiato chi sei?

Penso che siete più consapevoli della meraviglia della vita quando si sono passati attraverso la fecondazione in vitro perché è un tale miracolo. Questo intervento medico tutto per aiutarci ad avere un bambino è a dir poco miracoloso. Ma anche se i medici fanno esattamente la stessa cosa per ogni coppia, a volte funziona ea volte no. Mi sento davvero che è un miracolo che ha funzionato per noi. Penso che mi ha fatto molto iperprotettiva e molto prudente come una madre, ma non prendo le cose per scontate più neanche. La gente dice, "ho intenzione di sposarmi, ho intenzione di avere figli", e quelli sono normali aspettative di vita. ma una volta che viene interrotto o portato via, quando tali aspettative sono cambiate, non si può dare nulla per scontato mai più.

A colpo d'occhio

Gina Traynor


LDS_woman_photo_TraynorCOLOR
Località: Dublino, Irlanda

Età: 42

Stato civile: Sposato

Bambini: Una bambina, Ella, 5 età

Occupazione: Avvocato (ma attualmente un soggiorno a casa Mam!)

Converti in Chiesa: dicembre 1993

Scuole frequentate: scuola primaria e secondaria di Skerries, Co. Dublin,
Scuola di legge UCD, Dublino e The Law Society of Ireland.

Lingue parlate a casa: Inglese

Inno preferito: "Ho vissuto in Heaven" (canzone principale!)

Corrente Calling Chiesa: presidentessa della Primaria

Intervista a cura di Louise Elder . Foto utilizzati con il permesso.

Condividi questo articolo:

9 Commenti

  1. Tatiana
    02:23 on 29 luglio 2010

    Adoro questa storia! Che gioia per voi di avere un figlio! Sono stato miracolosamente benedetto con mio figlio adottivo, e così la tua storia risuona veramente con me. Grazie per la condivisione!

  2. Laura
    12:59 on 29 luglio 2010

    Grazie per aver condiviso la tua storia - mi sento come dire "Snap". Sono anche un convertito, un avvocato e sta per iniziare ICSI il mese prossimo. Incrociamo le dita i miei risultati del trattamento in un bambino bello come Ella.

  3. Lindsey
    07:07 on 30 lug 2010

    Che splendida, storia di ispirazione. In particolare mi piace sentir parlare del meraviglioso rapporto che hai con tuo marito e il supporto si è per l'altro. Che bell'esempio!

  4. Myrna Castellar
    08:00 il 2 Agosto 2010

    Il Vangelo di comfort Gesù Cristo e ci cambia; esso rimuove tutte le nostre paure quando mettiamo la nostra fiducia nel Signore. Sono così felice di sentire come il Signore vi ha benedetto con forza per trovare una soluzione medica che ha consentito di ricevere questo grande benedizione, la tua bambina. Grazie per la vostra testimonianza e il vostro marito ha una testimonianza del Vangelo; si tratta di famiglia!

  5. Terri Wagner
    13:36 il 17 agosto 2010

    Grazie mille per aver condiviso la tua storia. Come sorelle negli ultimi giorni degli ultimi giorni abbiamo così tanto da offrire l'un l'altro. Senza il beneficio di Internet, non ho potuto ho sentito la tua storia. Essa aiuta a condividere le nostre gioie e tragedie.

  6. Suzanne
    02:25 il 22 ago 2010

    Ho apprezzato molto leggere la tua storia. Sto anche attraverso le lotte di infertilità. E 'sempre bello sapere che non sei l'unico a passare attraverso questo genere di cose. La tua fede e la speranza mi ispirano ad andare avanti e di non scoraggiarsi. Grazie per la condivisione.

  7. Kati Penner
    09:45 il 12 febbraio, 2011

    Posso testimoniare l'amore di Gina di primario - abbiamo vissuto a Dublino per 6 mesi brevi circa 7 anni fa e lei era una benedizione nella mia vita! Il suo evidente amore e la preoccupazione per i miei bambini hanno fatto un momento difficile della mia vita più sopportabile. Grazie Gina! E grazie Mormon Womens Progetto per l'opportunità di vedere questi splendidi esempi di buone donne che fanno del loro meglio in tutto il mondo.

  8. Gina
    08:07 on 24 Feb 2011

    Kati, mi ricordo bene i vostri figli e apprezzato insegnando loro molto. In realtà, ho trovato un disco con alcune foto di loro su di essa solo recentemente così la vostra famiglia è stata nella mia mente! Che un piccolo mondo! Sono contento che ti piace la storia della mia ragazza litte! Mi piace leggere le storie delle donne mormoni in tutto il mondo anche xxxGina

  9. Angela
    06:01 il 5 settembre 2013

    Ciao Gina,

    Grazie per aver condiviso la tua storia! Mio marito ed io stiamo facendo ICSI in 4 settimane ed è stato meraviglioso sentire la vostra opinione sulle cose. Ho amato e apprezzato il vostro consiglio di prendere più tempo per voi stessi durante la fecondazione in vitro, e sto decisamente prendendo a cuore!

Lascia un Commento

SEO Powered by Platinum SEO da Techblissonline